EMERGENZA MAGISTRATURA

Vai ai contenuti

Menu principale:




Gian Paolo Porcu, dottore commercialista ed autore del sito.

Come é costruito e come si consulta il sito.

Come vedere a sinistra c'è il menu. Battete una voce e seguite le pagine. In qualunque momento bettendo i bottoni ben evidenti, potrete tornare a  questa home page.

I titoli principali del menu sono

1.- BANCO DI SARDEGNA Statuto 18/10/90. Una vera carognata a carico della Sardegma, sparita nei cassetti della magistratura ed affondata dentro i polveroni de L'UNIONE SARDA e de LA NUOVA SARDEGNA;

2.- BANCA POPOLARE DI SASSARI: scomparsa nel 1993. Altra carognata colossale a danno di 22 mila piccoli Soci. Anche questa sparita e affogata nei cassetti della magistratura e nei polveroni della "stampa sarda";

3.- I due processi penali a carico di Gian Paolo PORCU, durati in tutto 19 anni, dipendenti dallo statuto 18/90/90 del Banco di sardegna;

4.- Ci sono poi una serie di descrizioni di procedimenti penali d'altra natura, che hanno in comune almeno tre particolari  primo in tutti denunciante e persona offesa é stato Gian Paolo PORCU, secondo: tutti o quasi condotti in maniera imbarazzante dal pm di turno ed archiviati allal sveltissima dal gip di turno. Terzo: i magistrati, a partire dal procuratore della Repubblica di turno e dal presidente del tribunale di turno, compresi quelli che ogni volta che parlano citano la Costituzione (ma quale?), non hanno mai voluto o potuto chiarire se il giudice, è stato nominato automaticamente a sensi art.25/1 Costituzione oppure ad personam.



HOME PAGE DEL SITO

SCOPO DEL SITO


CI HO RIPENSATO, SIGNORI

Questo sito non ha affatto lo scopo di elevare lamenti  e  suppliche per "le ingiustizie" che la Giustizia, la Sardegna, i piccoli Soci della Banca Popolare di Sassari,  ed io personalmente abbiamo subito, nelle vicende "Statuto 18/10/90 del Banco di Sardegna" e "Crisi del 1993 della Banca Popolare di Sassari" , le quali hanno causato alla Sardegna danni colossali. Ripeto danni colossalialla Sardegna, alla sua povertà ed alla sua disoccupazione" .

Tenterò di dimostrare che Il Potere politico sardo, questa volta in persona del Banco di Sardegna, aveva nel 1990 (e dopo?), la certezza zza granitica di avere in pugno i gangli essenzialie dominanti dell'intera magistratura sarda.

Tenterò qui di illustrare coma la crisi determinata dalla legge Amato nel 1990 nel Banco di Sardegna e quella determinata nel 1992 da cattiva gestione nella Banca Popolare di Sassari sono stati risolti, dalla magistratura, a carico della Sardegna  e dei piccoli Soci. I passaggi tecnici delle inchieste penali (e civili nel caso della Banca Popolare) hanno avuto aspetti tecnici penosamente tragicomici.

LeggeteVi il capitolo: Come acquisire (da parte del Banco di Sardegma, quindi del Potere tout court), il controllo d'una banca, (la Banca Popopolare di Sassari), senza sborsare un soldo! Stentate a credere? Io scommetto una pizza con ciascuno di Voi, rischiando di mangiare pizza per anni, che dopo avere letto, ci credete!

Veramente io, nei processi a mio carico (che tento di raccontare in questo sito), mi sono anche divertito. Ho talvolta osservato, trovandole spesso grottesche, alcune mosse da attori di pm e giudici. Come chi, a teatro, osserva una commedia di attori che non sanno recitare. Spesso ho dovuto stare attento alle mie parole, che quando non c'è la stima, rischiano di andare oltre, e fornire pretesti a certi gnomi cui non restano che i pretesti.


Chi non ha poco o nulla da divertirsi è la Società sarda, che è ostaggio e vittima di questo Potere, che si maschera dietro parole solenni e mielose ma che non lascia nulla al caso.  

Quanto sopra cerco di dimostrare in questo sito. Voi mi direte se ci sarò riuscito almeno in parte, ad aprire gli occhi a molta gente che, come me, è stata vittima per decenni, e rischia di esserlo per tutta la vita, del "Gioco di squadra".
Chi é dunque "il Potere"? In massima parte il Potere è la squadra ben amalgamata politica + magistratura + stampa. Ci sono i controlli reciproci, i contrappesi? Generalment e, sono fandonie!  Cerco qui di dimostrare che nella gran massa, i poteri politica, magistratura e stampa sono saldati tra loro, e costituiscono il Potere!

Questo sito non è un lamento, non é la solita improbabile supplica del tipo "sono innocente", "sono vittima d'un errore giudiziario". Nossignori, questo sito vuole essere una denuncia ed un'aggressione. Un'aggressione al Potere, una denuncia dei danni che questo Potere (politica, magistratura e stampa), é generalmente e tecnicamente e moralmente mediocre se non squallido, ed ha inflitto e finoa prova contraria sta infliggendo a tutti noi umiliazionie danni irreversibili.

Signori e Signore sardi, ritengo che sia Vostro interesse informarvi. Io stesso, che pure nel 1990  ero stato professionalmente a contatto per decenni con la magistratura e con magistrati, ed avevao cinquant'anni suonati, non mi ero reso conto, di che razza di cancro s'annidasse nella magistratura sarda. Naturalmente è la mia opinione (che potrebbe non essere la migliore) , sulla base dell'esperienza da me maturata. Ma sono pronto a cambiare idea ed a fare ammenda, se i cortesi (questo sì), magistrati vorranno dialogare (ma ne dubito).

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu